Numerosi tumori possono colpire la pelle, che è l’ organo più esteso del nostro corpo

A essa dobbiamo molto: questo scudo elastico sottile e resistente ha infatti un ruolo attivo per il nostro

sistema immunitario le cui cellule specializzate, interagendo tra loro, sono un valido strumento di difesa.

Proprio la continua esposizione alle radiazioni, a sostanze tossiche e ad altri fattori mutogeni può

determinare l‘insorgenza di tumori alla pelle che, i dati dell’Associazione italiana registri tumori (Airtum)

confermano, sono i più diffusi tra le patologie oncologiche.

Poiché I tumori della pelle diversi dal melanoma sono classificati in base alle cellule da cui hanno origine,

allora i basaliomi o carcinomi basocellulari originano dalle cellule basali, nello strato più profondo

dell’epidermide, mentre i carcinomi spinocellulari o a cellule squamose dalle cellule più superficiali

dell’ epidermide.

FATTORI DI RISCHIO

I carcinomi basocellulari e spinocellulari si sviluppano soprattutto a livello delle parti del corpo più esposte

al sole: viso, orecchie, collo, cuoio capelluto, spalle e dorso.

 

Tra i principali fattori di rischio ci sono:

– esposizione a raggi ultravioletti (UVA e UVB): che derivano principalmente dal sole ma anche da lettini e

lampade solari (vanno utilizzati con estrema cautela)

– contatto con l’ arsenico

– esposizione a radiazioni ionizzanti

– alcune anomalie genetiche

– insufficienza del sistema immunitario

– il fumo

Anche I virus oncogeni esercitano un ruolo importante nella insorgenza dei carcinomi cutanei, cosi come

Avere la pelle molto chiara, un’ età avanzata ed essere uomini sono inclusi tra i cosiddetti fattori di rischio

non modificabili, sui quali cioè non è possibile intervenire.

 

SINTOMI

I tumori cutanei causano solo raramente sintomi nelle fasi iniziali. È importante controllare periodicamente

L’ aspetto dei propri nei consultando il dermatologo e guardandosi allo specchio o facendosi guardare da un familiare nei punti non raggiungibili alla propria visuale. Il segno principale del melanoma cutaneo è il

cambiamento nell’ aspetto di un neo o la comparsa di uno nuovo

Altri campanelli d’ allarme che devono essere valutati da un medico sono un neo che sanguina, che

determina prurito, bruciore o dolore, o che è circondato da un nodulo o da un’ area arrossata.

Inoltre, il fumo e alcuni trattamenti per la psoriasi possono aumentare il rischio di sviluppare un carcinoma

spinocellulare

 

PREVENZIONE

La strategia di prevenzione più efficace per ridurre il rischio di carcinomi basocellulari e spinocellulari

consiste senza dubbio nel proteggersi dai raggi ultravioletti.

Ai fini della prevenzione è importante evitare sostanze chimiche dannose come l’ arsenico. Inoltre è molto

utile controllare periodicamente l’ aspetto della propria pelle.

 

All’interno del Centro Medico Michelangelo, Medico Specialista grazie ad un esame potrà analizzare le

caratteristiche dei nei ed effettuare una corretta e tempestiva diagnosi. La nostra equipe è così in gradodi

offrire il pacchetto Visita ed Epiluminescenza ad un prezzo di €90. Troverai i nostri contatti qui sotto

 

               

           Centro Medico  Michelangelo

Via Mario Musco 16 – Scala D, 00147 Roma

06.54.09.220 – 06.54.06.300 – 06.54.07.892 fax

info@centromedicomichelangelo.it